top of page

KARTIK E DIPAVALI

Diwali è una delle feste più popolari del calendario indiano. Gli anniversari di molti eventi storici di buon auspicio comprendono questa antica festa. I festeggiamenti comprendono petardi, bagni cerimoniali, banchetti, artis, riunioni di famiglia e luminarie.

L'illuminazione esteticamente accattivante risale a molti millenni, quando i giubilanti cittadini di Ayodhya accolsero il Signore Rama nella loro città dopo il suo esilio. Il Ramayana descrive come quando Lord Rama fu esiliato a causa degli intrighi mal indirizzati di Kaikayi, Ayodhya divenne quasi una città fantasma. Tutti i suoi cittadini furono immersi in un oceano di separazione e dolore per quattordici lunghi anni agonizzanti. Quando finalmente Lord Rama tornò, il desiderio più intimo del loro cuore fu finalmente esaudito. Hanno celebrato spontaneamente questo gioioso ricongiungimento dell'amore divino illuminando le loro case.

Oltre ad essere una realtà storica, questo evento ha anche un'importanza immensa per le nostre vite. Ayodhya è come il nostro cuore e Lord Rama è il Signore del nostro cuore, l'oggetto supremo di amore e devozione per tutti noi. A causa di sfortunati malintesi, anche noi abbiamo esiliato il Signore dal nostro cuore. Proprio come Ayodhya divenne una città fantasma quando Lord Rama se ne andò, anche il nostro cuore è stato infestato da sentimenti negativi - e spesso autodistruttivi - come ansia, noia, solitudine, depressione, stress, pregiudizio, invidia, rabbia e odio. E, proprio come i cittadini di Ayodhya, anche le nostre vite si sono riempite di vuoto e lamenti.

C'è una differenza importante tra noi ei cittadini di Ayodhya. Sapevano chiaramente che il loro dolore era dovuto al lutto del Signore. Tuttavia, spesso siamo lenti a riconoscere questa causa principale del nostro malessere. Cerchiamo di nascondere e dimenticare il vuoto esistenziale della nostra vita accelerandone il ritmo nel perseguimento di obiettivi mondani: ricchezza, divertimento, intrattenimento, fama, potere e posizione. Ma questi illusori sostituti dell'amore di Dio offrono solo un'eccitazione fugace, non un appagamento duraturo. Di conseguenza, nonostante il ritmo frenetico ei gadget jazz che sono l'orgoglio della nostra vita, rimaniamo ancora in gran parte insoddisfatti e delusi.

Storicamente, l'importanza di Diwali non è l'accensione delle lampade, ma il ritorno del Signore Rama ad Ayodhya. Quindi la nostra celebrazione del Diwali rimarrà incompleta se continuiamo a limitarci ad accendere lampade. Allora come possiamo accogliere nuovamente il Signore nei nostri cuori e sperimentare l'essenza del Diwali?

Lord Rama risponde nel Ramayana attraverso le Sue istruzioni, che ci informano della nostra vera identità e scopo. Siamo tutti esseri spirituali eterni, appartenenti al regno di Dio, dove eternamente intronizziamo il Signore come re dei nostri cuori e ci rallegriamo in scambi d'amore disinteressati con Lui. Quando esiliamo il Signore dai nostri cuori, esiliamo noi stessi da quel mondo di amore infinito e veniamo in questo mondo mortale, dove ci identifichiamo erroneamente con corpi materiali temporanei. Coperti da un'amnesia spirituale, recitiamo ruoli illusori e perseguiamo obiettivi illusori, ma riceviamo solo delusioni e angoscia. Anche se esiliamo e dimentichiamo il Signore, Egli non ci dimentica mai e non lascia mai il nostro cuore. Diventa semplicemente immanifesto alla nostra visione e continua ad accompagnarci e guidarci in tutte le nostre avventure e disavventure in questo mondo, aspettando con impazienza e invitandoci a tornare al suo amorevole rifugio. Coltivando la conoscenza delle sacre Scritture riguardo al Signore e al Suo amore per noi e ravvivando il nostro amore dormiente per Lui cantando i Suoi santi nomi, possiamo invitarLo di nuovo nei nostri cuori. Pertanto, mentre accendiamo le lampade di terra questo Diwali, accendiamo anche il nostro cuore con la saggezza e l'amore divini.

bottom of page