top of page

INDIRA   EKADASHI

युधिष्ठिर ने पूछा : हे मधुसूदन ! कृपा करके मुझे यह बताइये कि आश्विन के कृष्णपक्ष में कौन सी एकादशी होती है?

भगवान श्रीकृष्ण बोले : राजन् ! आश्विन (गुजरात महाराष्टर के अनुसार भाद्रपद) के कृष्णपक्ष में 'इन्दिरा' नाम की एकादशी होती है है उसके व्रत के प्रभाव से बड़े-बड़े पापों का नाश हो जाता है नीच योनि में पड़े हुए पितरों को भी यह एकादशी सदगति देनेवाली है है

राजन् ! पूर्वकाल की बात है । सत्ययुग में इन्द्रसेन नाम से विख्यात एक राजकुमार थे, जो माहिष Qnare उनका यश सब ओर फैल चुका था ।

राजा इन्द्रसेन भगवान विष्णु की भक्ति में तत्पर हो गोविन्द के मोक्षदायक नामों का जप करते हुए व व करते थे और विधिपूर Quali एक दिन राजा राजसभा में सुखपूर्वक बैठे हुए थे, इतने में ही देवर्षि नारद आकाश से उतरकर वहाँ आ पहुँचे। उन्हें आया हुआ देख राजा हाथ जोड़कर खड़े हो औ और विधिपूर्वक पूजन करके उन्हें आसन पर बिठाया। इसके बाद वे इस प्रकार बोले: 'मुनिश्रेष्ठ! आपकी कृपा से मेरी सर्वथा कुशल है । आज आपके दर्शन से मेरी सम all'avore देवर्षे ! अपने आगमन का कारण बताकर मुझ पर कृपा करें ।

नारदजी ने कहा : नृपश्रेष्ठ ! सुनो । मेरी बात तुम्हें आश्चर्य में डालनेवाली है । मैं ब्रह्मलोक से यमलोक में गया था । वहाँ एक श्रेष्ठ आसन पर बैठा और यमराज ने भक्तिपूर्वक मेरी पूजा की की उस समय यमराज की सभा में मैंने तुम्हारे पिता को भी देखा था। वे व्रतभंग के दोष से वहाँ आये थे । राजन् ! उन्होंने तुमसे कहने के लिए एक सन्देश दिया है, उस२उस२ उन्होंने कहा है: 'बेटा! मुझे 'इन्दिरा एकादशी' के व्रत का पुण्य देकर स्वर्ग में भेजो।।।।।।।।।।।।। भेजो भेजो भेजो भेजो भेजो भेजो भेजो भेजो भेजो भेजो उनका यह सन्देश लेकर मैं तुम्हारे पास आया हूँ । राजन् ! अपने पिता को स्वर्गलोक की प all'avore

राजा ने पूछा : भगवन् ! कृपा करके 'इन्दिरा एकादशी' का व्दत बताइये । किस पक्ष में, किस तिथि को और किस विधि यह व व्रत करना चाहिए।

नारदजी ने कहा : राजेन्द्र ! सुनो । मैं तुम्हें इस व्रत की शुभकारक विधि बतलाता हूँ । आश्विन मास के कृष्णपक्ष में दशमी उत उत्तम दिन को श्रदाधायुक्त चित्त से प्रतःकाल स्नान करो। फिर मध्याह्नकाल में स all'avore रात्रि के अन्त में निर्मल प all'avore इसके बाद भक्तिभाव से निम all'avore

अघ स्थित्वा निराहारः सर्वभोगविवर्जितः ।

श्वो भोक्ष्ये पुण्डरीकाक्ष शरणं मे भवाच्युत ॥

'कमलनयन भगवान नारायण! आज मैं सब भोगों से अलग हो निराहार रहकर कल भोड़न तँाकार अच्युत ! आप मुझे शरण दें |'

इस प्रकार नियम करके मध all'avore a पितरों को दिये हुए अन्नमय पिण्ड को सूँघकर गाय को खिला दो दो फिर धूप और गन्ध आदि से भगवान ह्रषिकेश का पूजन करके रात्रि में उनके समीप जागरण करो। तत्पश्चात् सवेरा होने पर द्वादशी के दिन पुनः भक all'avore उसके बाद ब्राह्मणों को भोजन कराकर भाई बन्धु, नाती और पुत all'avore

राजन् ! इस विधि से आलस्यरहित होकर यह व्रत करो । इससे तुम्हारे पितर भगवान विष्णु के वैकुण्ठधाम में चले जायेंगे।

भगवान श्रीकृष्ण कहते हैं : राजन् ! राजा इन्द्रसेन से ऐसा कहकर देवर्षि नारद अन्तर्धान हो गये। गये गये गये राजा ने उनकी बतायी हुई विधि से अन्त: पुर की रानियों, पुत्रों और भृत्योंसहित उस उत्तम व all'avore

 

कुन्तीनन्दन ! व्रत पूर्ण होने पर आकाश से फूलों की वर्षा होनॗ ला इन QIE द के पिता गरुड़ पर आरुढ़ होकर श्रीविष्णुधाम को चले गये औ और राजर्षि इन all'avore इस प्रकार मैंने तुम्हारे सामने 'इन all'avore इसको पढ़ने और सुनने से मनुष्य सब पापों से मुक्त हो जाता है है


Yudhishthira Maharaj disse: "Oh MadhusUdana, Oh uccisore del demone Madhu, qual è il nome dell'Ekadashi che si verifica durante la quindicina oscura (krishna paksha) del mese di Ashwin (settembre-ottobre)? Per favore, descrivimi le sue glorie. "
    Dio, la Persona Suprema, Sri Krishna rispose: "Questo santo giorno si chiama Indira Ekadashi. Se una persona digiuna in questo giorno, tutti i suoi peccati sono sradicato e i suoi antenati che sono caduti nell'inferno sono liberati Oh migliore dei re, colui che semplicemente sente parlare di questo sacro Ekadashi raggiunge il grande merito guadagnato compiendo un sacrificio di cavalli.
    Nel Satya-yuga viveva un re di nome Indrasena, che era così potente da distruggere tutti i suoi nemici. Il suo regno si chiamava Mahishmati-puri. Il glorioso e altamente religioso re Indrasena si prendeva cura dei suoi sudditi, e quindi era ricco di oro, cereali, figli e nipoti. Era molto devoto anche a Lord Shri Vishnu. Gli piaceva particolarmente cantare il Mio nome, gridando "Govinda! Govinda!". In questo modo il re Indrasena si dedicò sistematicamente alla pura vita spirituale e trascorse molto tempo meditando sulla Verità Assoluta. Un giorno, mentre il re Indrasena presiedeva felicemente e pacificamente la sua assemblea, fu visto scendere il perfetto oratore, Shri Narada Muni. Bianca come una conchiglia, splendente come la luna, come un fiore di gelsomino, come un fulmine, Narada Muni che scende dal cielo. È decorato con ciocche arruffate di capelli rossastri. Il re offrì a Devarishi Narada, il santo tra i deva (semidei), grande rispetto salutandolo con le mani giunte, invitandolo a palazzo, offrendogli un posto comodo, lavandogli i piedi e pronunciando sudate parole di benvenuto. Allora Narada Muni disse a Maharaj Indrasena: "Oh re, le sette membra del tuo regno stanno prosperando?" I sette rami dell'essere del dominio di un re; il benessere del re stesso, i suoi ministri, il suo tesoro, le sue forze militari, i suoi alleati, i brahmana, i sacrifici compiuti nel suo regno e le necessità dei sudditi del re. La tua mente è assorta nel pensare a come puoi svolgere correttamente il tuo dovere professionale? State diventando sempre più devoti e dediti al servizio del Signore Supremo, Shri Vishnu? Il re rispose: "Per la tua gentile grazia, oh il più grande dei saggi, tutto va abbastanza bene. Oggi, solo con la tua presenza tutti i sacrifici nel mio regno hanno successo! Per favore mostrami pietà e spiega il motivo della tua gentile visita qui." Shri Narada, il saggio tra i deva, allora disse: "Oh leone tra i re, ascolta le mie sorprendenti parole. Quando scesi da Brahmaloka a Yamaloka, il Signore Yamaraja mi lodò molto gentilmente e mi offrì un posto eccellente. Mentre glorificavo la sua sincerità e meraviglioso servizio al Signore Supremo, ho notato tuo padre nell'assemblea di Yamaraja. Sebbene fosse stato molto religioso, poiché aveva interrotto prematuramente un digiuno di Ekadashi, è dovuto andare allo Yamaloka. Tuo padre mi ha dato un messaggio per te. Ha detto , "A Mahishmati vive un re di nome Indrasena. Per favore, digli della mia situazione qui - che a causa delle mie passate azioni peccaminose sono stato in qualche modo costretto a risiedere nel regno di Yamaraja. Per favore, dagli questo messaggio da parte mia: "Oh figliolo, osserva gentilmente l'arrivo di Indira Ekadashi e dona molto in beneficenza in modo che io possa salire in paradiso".
    Filosoficamente possiamo capire che ogni essere vivente è un individuo, e individualmente ognuno deve praticare la coscienza di Krishna per tornare a casa, alla Divinità. Come affermato nel Garuda Purana, chi soffre all'inferno non può praticare la coscienza di Krishna, perché ciò richiede un po' di pace mentale, che le torture reazionarie dell'inferno rendono impossibile. Se un parente di un peccatore che soffre all'inferno fa un po' di carità a nome del peccatore, può lasciare l'inferno ed entrare nei pianeti celesti. Ma se il parente del peccatore osserva questo digiuno di Ekadashi per il suo parente sofferente, il parente va direttamente nel mondo spirituale, come affermato in questa narrazione basata sul Brahma-vaivarta Puranam. Narada continuò: "Solo per consegnare questo messaggio, oh re, sono venuto da te. Dovresti aiutare tuo padre osservando il digiuno di Indira Ekadashi. Per il merito che guadagni, tuo padre andrà in paradiso". Il re Indrasena chiese: "Oh grande Naradji, per favore sii misericordioso e dimmi specificamente come osservare un digiuno a Indira Ekadashi, e dimmi anche durante quale mese e in quale giorno si verifica". Narada Muni rispose: "Oh re, per favore ascolta mentre ti descrivo l'intero processo dell'osservazione dell'Indira Ekadashi.
   1.Questo Ekadashi si verifica durante la quindicina oscura del mese di Ashwin.  
   2. Nel Dashami tithi, il giorno prima di Ekadashi, alzati presto la mattina, fai il bagno e poi rendi un servizio a Dio con piena fede.  
   3. A mezzogiorno, bagnati di nuovo nell'acqua corrente e poi offri oblazioni ai tuoi antenati con fede e devozione.  
   4.Assicurati di non mangiare più di una volta in questo giorno e di dormire per terra la notte.
   5. Quando ti svegli la mattina di Ekadashii, pulisci accuratamente bocca e denti e poi con profonda devozione per il Signore fai questo sacro voto: "Oggi digiunerò completamente e rinunciare a tutti i tipi di godimento dei sensi. Oh Dio, la Persona Suprema dagli occhi di loto, Oh infallibile, per favore dammi rifugio ai Tuoi piedi di loto."
   6. A mezzogiorno, mettiti davanti alla forma sacra dello Shri Shaligram Shila e adoralo fedelmente, seguendo tutte le regole e i regolamenti; quindi offri oblazioni di burro chiarificato nel fuoco sacro e tarpana diretto ad aiutare i tuoi antenati.
   7.Successivamente, dai da mangiare ai brahmini qualificati (ovviamente prasadam non cereali) e offri loro un po' di carità in base alle tue possibilità.
   8. Ora prendi il cibo pindas che hai offerto ai tuoi antenati, annusalo e poi offrilo a una mucca. Quindi, adora il Signore Hrishikesha con incenso e fiori e, infine, resta sveglio tutta la notte vicino alla Divinità del Signore Shri Keshava.
   9. La mattina presto del giorno successivo, Dvadashi tithi, adora Shri Hari con grande devozione e invita i devoti bramini a una sontuosa festa.
   10.Poi dai da mangiare ai parenti e infine consuma il tuo pasto in silenzio.
   Oh re, se osservi rigorosamente un digiuno su Indira Ekadashi in questo modo, con i sensi controllati, tuo padre sarà sicuramente elevato alla dimora del signore Vishnu. " Dopo aver detto questo, Devarishi Narada scomparve immediatamente dalla scena per benedire qualcun altro con la sua presenza. Il re Indrasena seguì perfettamente le istruzioni del grande santo, osservando il digiuno in associazione con i suoi parenti e servi. , fiori caddero dal cielo. Il merito che Indrasena maharaj guadagnò osservando questo digiuno liberò suo padre dal regno di Yamaraja e gli fece ottenere un corpo completamente spirituale. Infatti, Indrasena lo vide salire alla dimora del Signore Hari sulla schiena di Garuda Vahan.Indrasena stesso fu in grado di governare il suo regno senza alcun ostacolo, e quando consegnò il regno a suo figlio, andò anche nel regno spirituale di Vaikuntha.
   Oh Yudhishthira, queste sono le glorie dell'Indira Ekadashi, che cade durante la quindicina oscura del mese di Ashwin. Chiunque ascolti o legga questa narrazione gode certamente della vita in questo mondo, è liberato da tutte le reazioni ai suoi peccati passati, e al momento della morte ritorna a casa, alla Divinità, dove vive eternamente."_cc781905-5cde-3194-bb3b- 136bad5cf58d_
    Così termina la narrazione delle glorie di Ashwin-krishna Ekadashii, o Indira Ekadashi, tratta dal Brahma-vaivarta Purana.


 

INDIRA   EKADASHI

English
bottom of page